Pietra della luna

L’energia femminile

Colore: lattiginoso

Chakra: 2° – pancia

Spirito: La pietra di Luna è connessa all’energia della luna e dell’acqua e a tutti i suoi movimenti magici. E’ per questo che ci ricollega alla parte femminile, alla madre che c’è dentro ognuno di noi e al rapporto con la propria madre.

Psiche: La sua zona di riferimento è il 2° chakra, situato appena sotto l’ombelico. La pietra di Luna aiuta tutta quella zona a regolarizzarsi negli aspetti emozionale, fisico e psicologico; quindi utile negli squilibri del ciclo ormonale e ai suoi sbalzi. Ciò che ci deve ricordare questa pietra è che essere un’energia femminile in atto significa essere morbidi e accoglienti. Ci deve ricordare di saper usare quelle strategie, tipiche delle donne, che abbiamo dimenticato e che, a volte, stare fermi e in osservazione come la Luna, non vuol dire non muovere niente, anzi…. la Luna appunto muove anche le maree.

Mente: Stimola il lato intuitivo, la chiaroveggenza e la sensibilità; aiuta il ricordo dei sogni e mitiga il temperamento lunatico. La pietra di Luna è piena di magia per il suo aspetto opalescente e soprattutto perché, se ci sentiamo bene con le nostre emozioni, “possiamo fare le magie”.

Fisico: La pietra di luna ci dice di calmare la pancia, di rilassarla e far esprimere pienamente il suo istinto e le nostre emozioni. Regola l’intestino, la fertilità, l’apparato riproduttivo, la fase ormonale sia di ciclo che di menopausa, aiuta durante la gravidanza e l’allattamento.

Impiego: Si può portare addosso o messa direttamente sulla zona in momenti di relax. L’olio essenziale che si può abbinare e’ la Salvia. In India, viene regalata alle neonate femmine in segno di buona fortuna.